EQUO COMPENSO ED ANTITRUST

La posizione dell’Antitrust contro l’introduzione del c.d. equo compenso mi pare davvero inquietante visto che ignora le recenti decisioni:

•Corte di Giustizia UE, sez. I, 08/12/2016, cause riunite C-532/15 e C-538/15.
•Corte di Giustizia UE, sez. I, 23/11/2017, cause riunite C-427/16 e C-428/16.

In entrambe è stato chiaramente affermato il principio che addirittura le tariffe minime sono legittime, laddove sia una legge nazionale a fissarle nel rispetto dei criteri di interesse pubblico e purché i poteri pubblici non deleghino le loro prerogative di fissazione delle tariffe ad operatori economici privati.

In definitiva, erano perfettamente legittime pure le nostre “vecchie” tariffe che pure sono state frettolosamente archiviate a partire dal 2006 proprio su input dell’Antitrust.

Probabilmente occorre meditare approfonditamente sul ruolo oramai assunto dalle Autority nel nostro ordinamento, dove oramai sembrano addirittura dettare la linea ad una politica sempre più debole.

Per leggere il comunicato AGICOM clicca qui su comunicato AGCOM oppure per leggere il bollettino clicca qui su bollettino AGCOM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *