CORSI DI BEACHTENNIS PER GLI AMICI DI AZIONE LEGALE COL NOSTRO COLLEGA STEFANO DI SANTO

Per tutti gli associati di Azione Legale con il sopraggiungere dell’estate è possibile iscriversi ai corsi di Beachtennis tenuti presso il Circolo “Cassia Antica” di via Taormina n. 5.
I corsi sono organizzati dal nostro Collega Avvocato Stefano Di Santo; le lezioni si svolgono tutti i mercoledì dalle ore 18,00-19,00 e 19,00- 20,00 (gli orari sono da concordare in base al numero dei partecipanti).
Le racchette da gioco sono a disposizione per tutti i partecipanti.
Per info potete contattare l’ utenza 3209323127 o la mail stefano.disanto@virgilio.it

 

Breve storia del beachtennis.

Il beach tennis è sport di recente sviluppo e può considerarsi per tanti versi una sorta di evoluzione dei più antichi racchettoni.
Questa disciplina nasce ufficialmente in Emilia-Romagna successivamente si è diffuso in tutta Italia e nel mondo.
Il beach tennis, ha superato i pregiudizi che lo etichettavano come una attività esclusivamente “vacanziera”, da confinarsi solamente nei mesi estivi, divenendo molto più di un semplice divertimento per le ferie estive.
Il beach tennis è sotto l’egida tanto della FIT, quanto dell’ITF; entrambe hanno istituito il proprio calendario di tornei e i propri ranking, nazionale la prima e mondiale la seconda.
La Federazione ha, quindi, regolamentato a livello mondiale le regole di questo sport e organizzato i tornei in oltre 50 nazioni del mondo.
Il Beach Tennis in Italia è una “costola” della Federazione Italiana Tennis ma mantiene una sua autonomia gestionale.
L’organigramma nazionale prevede un Presidente e Consiglio Federale che sono dunque gli stessi della FIT, ma ci sono un fiduciario nazionale e un comitato specializzati.
In ogni regione è presente un fiduciario che ha funzione di controllo delle manifestazioni che si svolgono maggiormente nel periodo estivo e che negli ultimi anni anche nelle strutture indoor.
Sulla base dei tornei si aggiorna settimanalmente il ranking dei giocatori. Anche la FIT ha un proprio calendario, composto da tornei che si disputano sul territorio nazionale e di conseguenza la propria classifica.
Ecco qui appresso le regole del gioco

Il campo – Le dimensioni sono 16×8 metri, altezza della rete 170 centimetri, superficie in sabbia.
Modalità di gioco – Gli scambi avvengono con colpi al volo – il beachtennis riesce ad esprimere il massimo della sua spettacolarità con le partite 2 contro 2 (in doppio) – è possibile eseguire anche le partite di singolo con le misure del campo che vengono ridotte.
Punteggi – le partite sono strutturate in giochi e set, col tie-break sul sei pari e cambi di campo ai dispari. Si gioca generalmente al meglio dei tre set. – tale regole sono identiche al tennis – Le particolarità è lo svolgimento del “killer point” sul 40 pari; l’assenza del net e la seconda palla al servizio non è prevista come nel tennis.

I materiali.

Le racchette con piatto solido e manico più corto di quelle da tennis (i materiali variano a seconda del grado di competitività e vanno dal Kevlar, Fibre varie e Carbonio) mentre la pallina è di uguali dimensioni ma più morbida.

Il beach tennis è al momento un vanto del nostro sport in quanto da sempre è dominato da atleti nostrani; è uno di uno sport oramai conosciuto e praticato in tutto il mondo, con un grande potenziale di intrattenimento e ampi margini di crescita. Basti guardare ad esempio al Sudamerica (Brasile su tutti) in cui il beach tennis sta conoscendo una grandissima espansione e dove già sono presenti tornei con organizzazioni notevoli e giocatori ai vertici del ranking mondiale.

Data la notorietà e la crescita continua di questo sport il prossimo grande obiettivo è quello di far diventare il beach tennis sport olimpico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *