LA PRATICA FORENSE PRESSO IL COA DI ROMA DURANTE L’EMERGENZA SANITARIA (A CURA DEL CONSIGLIERE ALESSIA ALESII).

SOMMARIO:

  1. DURATA DELLA PRATICA
  2. NUMERO UDIENZE RICHIESTE
  3. TRATTAZIONE SCRITTA E UDIENZA DA REMOTO
  4. UDIENZA IN PRESENZA
  5. AVVOCATI AFFIDATARI OLTRE AL DOMINUS
  6. INCONTRI DI MEDIAZIONE
  7. COLLOQUI DI FINE PRATICA

1.DURATA DELLA PRATICA FORENSE (RIDUZIONE DA 18 MESI A 16 MESI)

Il periodo di pratica forense è ridotto da 18 mesi a 16 mesi, indipendentemente dalla data in cui si sia svolta la seduta di laurea, per i praticanti che abbiano conseguito la laurea nell’ultima sessione delle prove finali relative all’anno accademico 2018/2019, come risultante dalla certificazione rilasciata dall’Ateneo (D.L. 22/2020, art. 6, c. 3 come conv. in L. 6/6/2020 n. 41 – Delibera COA di Roma 11 giugno 2020)

2.NUMERO DI UDIENZE RICHIESTE NEL SEMESTRE (ANCHE INFERIORE A VENTI) – VALIDITA’

Ai fini della validità della pratica è ammessa la partecipazione ad un numero di udienze anche inferiore a venti se all’interno del semestre ricade il periodo di sospensione delle udienze dovuta all’emergenza (Delibera COA di Roma 30 aprile 2020)

3.PRESENZA ALL’UDIENZA A TRATTAZIONE SCRITTA E ALL’UDIENZA DA REMOTO (IN LUOGO DELL’UDIENZA IN PRESENZA) – VALIDITA’

Laddove l’udienza sia sostituita dalla trattazione scritta o si svolga in video conferenza, la presenza del praticante può risultare

  • dalle note scritte alla cui redazione egli abbia preso parte ovvero
  • dal verbale dell’udienza svolta a distanza a cui abbia assistito con il proprio dominus (Delibere COA di Roma del 28 maggio e del 17 settembre 2020)

4.PRESENZA ALL’UDIENZA ALLA QUALE IL PRATICANTE NON SIA STATO AMMESSO – QUANDO E’ VALIDA

Laddove il praticante non sia ammesso all’udienza in presenza, per la necessità di evitare assembramento e rispettare le norme sul distanziamento, l’attestazione della partecipazione del praticante rilasciata dal dominus sostituisce l’attestazione della presenza contenuta nel verbale di udienza (Delibera COA di Roma del 17 settembre 2020).

5.PRATICA CON DIVERSI AVVOCATI AFFIDATARI – VALIDITA’

E’ consentito presenziare alle udienze con più avvocati affidatari oltre che con il proprio dominus.

6.PRESENZA AGLI INCONTRI DI MEDIAZIONE – VALIDITA’

Ai fini della validità della pratica sono computabili le presenze del praticante agli incontri di mediazione, risultanti da verbale o attestazione (Delibera COA di Roma del 17 settembre 2020).

7.COLLOQUI DI FINE PRATICA

Durante il periodo di emergenza sanitaria i colloqui di fine pratica sono sostituiti da una compiuta disamina, da parte del Consiglio dell’Ordine, della relazione redatta a compimento del primo anno di pratica e del libretto della pratica, sottoscritto dal praticante e dal dominus (Delibera COA di Roma del 28 maggio 2020).

Antonino Galletti

Antonino GALLETTI, Avvocato Cassazionista del libero Foro di Roma, è nato a Roma il 23 novembre 1970. E’ sposato e padre di due figli. E' Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Roma dal gennaio 2019. E' componente del consiglio generale della Camera di Commercio di Roma per il quinquennio 2020-2025. E' professore straordinario di diritto pubblico presso l'Università Mercatorum di Roma. E' stato Consigliere dell'Ordine degli Avvocati di Roma dal gennaio 2012 fino a dicembre 2018 (Consigliere Tesoriere dal dicembre 2013 al dicembre 2018). E' stato anche componente dell'assemblea dell'OUA e dell'OCF. E' stato componente del Consiglio giudiziario del Distretto di Roma. E' titolare dello Studio Legale Galletti: www.gallettilaw.com Dopo il conseguimento della maturità classica presso il liceo ginnasio statale Giulio Cesare di Roma, si è laureato nel 1993, all’età di 22 anni, in Giurisprudenza con lode presso l’Università La Sapienza di Roma (tesi in diritto costituzionale). Nel 1995 ha vinto la borsa di studio presso l’Istituto Regionale “A.C. Jemolo” di Roma per la frequenza al corso annuale di formazione specialistica per la professione forense e presso lo stesso prestigioso Istituto ha frequentato il corso di perfezionamento in diritto tributario e diritto comunitario svoltosi nel medesimo anno. Superato a Roma l’esame di abilitazione professionale nel 1996, è iscritto all’Albo degli Avvocati di Roma dal gennaio 1997; da sempre è studioso del diritto amministrativo e del diritto civile. E’ stato docente a contratto per enti di ricerca quali, tra gli altri, il FORMEZ. Ha svolto nel 2008 attività di formazione specialistica, su incarico dell’ANCI. E’ stato docente a contratto di diritto europeo di polizia dall’anno accademico 2006/2007 e 2008/2009 presso la facoltà di Giurisprudenza dell’’Università “G. Marconi” di Roma. E’ presidente e fondatore dell’associazione culturale AZIONE LEGALE con la quale, tra l'altro, organizza a beneficio dei colleghi del Foro di Roma svariati seminari gratuiti di formazione e aggiornamento professionale, con l’attribuzione di crediti formativi per gli avvocati, riconosciuti dall’Ordine degli Avvocati di Roma (e nel 2008 con il patrocinio del Comune di Roma). E' cofondatore dell’associazione di promozione sociale DEMOCRAZIA NELLE REGOLE, attiva nella formazione e nella divulgazione nelle scuole dei valori e dei principi costituzionali. E' stato stato consulente del Dipartimento della Funzione Pubblica nel progetto di supporto alla stessa “per il monitoraggio, la sistematizzazione e la valorizzazione di proposte e richieste delle pubbliche amministrazioni finalizzato alla valorizzazione risorse umane e omogeneizzazione standard delle performance”. E' autore di svariate pubblicazioni scientifiche sul pubblico impiego, in materia edilizia ed urbanistica, enti locali e diritto costituzionale, diritto forense (deontologia, previdenza e ordinamento professionale). E' stato presidente del Comitato tecnico scientifico dell’associazione “Cantiere Europa” formata dal Comune di Roma e dalle Università degli studi “La sapienza”, Tor Vergata e Roma Tre di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto